Non so definire quale sia la mia passione più grande. Posso dire di amare l’arte e la letteratura, ma non è da meno il mio amore per l’economia e l’architettura. Scrivo la brutta con la stilografica, ma poi trascrivo tutto sul pc. Nemmeno nella musica ho un genere, ma salto dal rock alla classica allo stesso modo in cui arriva un temporale in estate. 

«Per me casa non è un luogo fisico, ma il posto dove mi sento accolto e dove ci sono gli affetti.»

DI COSA MI OCCUPO